Categoria: Progetti Pagina 1 di 2

Fondazione Salvini: formazione per chi si prende cura di persone con afasia

Fondazione Salvini: formazione per chi si prende cura di persone con afasia
E’ gratuito e prevede lezioni ed esercitazioni pratiche

Un nuovo progetto della Fondazione Gianfranco Salvini. E’ destinato a chi si prende cura di persone con afasia e fornisce la formazione necessaria a potenziare la propria competenza comunicativa. Il training, aumentando la possibilità di comunicare, ovvero di condividere informazioni, emozioni, punti di vista e decisioni, incrementa la possibilità di partecipazione sociale, con un considerevole miglioramento della qualità di vita percepita per tutto il nucleo familiare. La partecipazione al progetto è gratuita e prevede 2 ore di formazione, tenute da una logopedista, durante le quali verranno fornite informazioni specifiche sulle caratteristiche del disturbo afasico. Seguirà un’istruzione strutturata e indicazioni sulle modalità necessarie a comunicare efficacemente con la persona affetta da disturbo del linguaggio mediante un metodo appositamente creato per fornire supporto ambientale e accesso alla comunicazione. I caregiver partecipanti, verranno inoltre coinvolti insieme ai loro cari afasici in esercitazioni pratiche, al fine di poter sperimentare sotto la guida dell’esperto le modalità apprese, per consolidare l’esperienza ed affinarla.
Chi è interessato, può scrivere a afasia@fondazionegianfrancosalvini.it
L’afasia è un disturbo del linguaggio conseguente ad una lesione cerebrale che può assumere forme diverse con vari gradi di compromissione: in alcune persone può essere molto danneggiata la capacità di comprendere le parole e le frasi, in altri soltanto quella di produrle, altri ancora riescono a parlare ma non a leggere o scrivere. L’afasia rende difficile il normale utilizzo del linguaggio nelle attività comunicative di tutti i giorni. La perdita o la limitazione della capacità di comunicare con gli altri riduce l’autonomia della persona, oltre a turbare l’equilibrio psicologico dell’ambiente familiare e la qualità delle relazioni.

Borsa di studio al progetto di studio sull’impatto sociale e ambientale della CRT

Borsa di studio al progetto di studio sull’impatto sociale e ambientale della CRT

Assegnata dalla Crt in collaborazione con la Fondazione Gianfranco Salvini

La CRT, in collaborazione con la Fondazione Gianfranco Salvini, ha assegnato la borsa di studio Bruno Dei a un progetto di ricerca sulla valutazione d’impatto sociale e ambientale della CRT. Progetto che sarà condiviso con l’università UniNettuno. E’ stato quindi formalizzato l’incarico della ricerca al dottor Alessandro Magnini che lo completerà entro 6 mesi
“La ricerca – annuncia Magnini – si baserà su una combinazione di metodi quantitativi e qualitativi. In particolare, verranno analizzati i dati delle relazioni annuali, i bilanci sociali e i bilanci ambientali dell’organizzazione. Inoltre, se possibile, saranno condotte interviste al responsabile dei dipendenti e ad alcuni pazienti per raccogliere informazioni qualitative sull’impatto sociale e ambientale della clinica. Un focus importante sarà rivolto al costo sociale della riabilitazione; una riabilitazione efficace può infatti ridurre il costo sociale della disabilità; basti pensare ad un programma di riabilitazione ben strutturato che può consentire a una persona colpita da disabilità di acquisire abilità funzionali che le permettano di tornare al lavoro o di partecipare attivamente alla vita sociale, evitando così la dipendenza economica da programmi di assistenza sociale”.
La borsa di studio è dedicata al professor Dei che per anni ha affiancato l’attività didattica nel campo economico/amministrativo, a quello di Sindaco revisore della Clinica. E’ riservata a laureandi in corsi di laurea triennali o magistrali delle classi degli studi economici o manageriali o equipollenti; a laureati da non più di due anni in corsi di laurea delle classi degli studi economici o manageriali o equipollenti; a tirocinanti presso studi professionali. La borsa di studio è per adesso triennale e l’anno prossimo verrà nuovamente bandita.

La formazione per una comunicazione efficace a chi si prende cura dei pazienti con disturbi del linguaggio


La formazione per una comunicazione efficace a chi si prende cura dei pazienti con disturbi del linguaggio

Convenzione tra Crt e Fondazione Gianfranco Salvini che a questo progetto dedica i proventi del 5 per mille.

E’ stata firmata oggi la convenzione tra la Fondazione Gianfranco Salvini e la CRT per un progetto di formazione destinato ai caregiver di pazienti che hanno un disturbo del linguaggio. L’iniziativa sarà realizzata con i proventi del 5 per mille ricevuti dalla Fondazione.
I disturbi afasici sono difficoltà acquisite di linguaggio che si presentano in seguito a lesioni cerebrali e che compromettono le capacità linguistico-comunicative. Questo ha ripercussioni pesanti sull’autonomia e le relazioni interpersonali, interferendo con i livelli di integrazione del soggetto. Una situazione complessa che può creare alle persone che ne hanno cura, ovvero ai caregiver, problemi di comprensione dell’afasia. Tutto ciò motiva la necessità di valutare se il caregiver è “competente” e cioè informato sulle caratteristiche del disturbo e in possesso di specifici requisiti comunicativi che possano massimizzare la possibilità di raggiungere scambi comunicativi efficaci. Allo stesso tempo è importante rendere il caregiver abile e addestrato a facilitare e supportare la comunicazione della persona afasica mediante un metodo che fornisca supporto ambientale e accesso alla comunicazione.
Il progetto di formazione messo a punto dalla CRT prevede criteri utili all’identificazione sia dei pazienti che dei caregiver. Per i primi: presenza di afasia di qualsiasi gravità a seguito di una lesione emisferica sinistra; livello di collaborazione tale da consentire lo scambio comunicativo; buona conoscenza della lingua italiana. Per i secondi: età compresa tra 18 e 90 anni; almeno 5 anni di scolarizzazione; buona conoscenza della lingua italiana; disponibilità di tempo per un’assistenza costante e continua.
Ai caregiver verrà insegnato il metodo d’istruzione TIC TAC (acronimo di “Training di Istruzione alla comunicazione tra persona afasica e caregiver”): si tratta di un metodo caratterizzato da incontri informativi/formativi di circa 2 ore tenuti dalle logopediste presso la CRT.

9 giugno 2023

AVVISO PUBBLICO – Borsa di Studio ambito economia sanitaria – management sanitario – disciplina riabilitazione – intitolata al Prof. BRUNO DEI

AVVISO PUBBLICO – Borsa di Studio ambito economia sanitaria – management sanitario – disciplina riabilitazione – intitolata al Prof. BRUNO DEI

Convegno Neuroscienze – Siena 07 marzo 2023

Convegno Neuroscienze – Siena 07 marzo 2023

Pagina 1 di 2

2019 Copyright Rehabilitative Research Foundation Gianfranco Salvini cf. 90036260512